Metodo

Prima dell’incontro
Prima ancora dell’incontro e alla prenotazione dell’appuntamento sarà richiesta (facoltativo) la compilazione del diario alimentare
(scarica qui) La persona interessata annoterà le proprie abitudini alimentari e riferimenti psicologici.

 

Al primo appuntamento raccolta di informazioni importanti:

  1. dati anagrafici: raccolta dati anagrafici, presa visione e firma del foglio privacy,
  2. anamnesi nutrizionale: indagine qualitativa e quantitativa delle abitudini alimentari,
  3. anamnesi familiare: presenza di patologie ereditarie, sovrappeso o obesità in ambito familiare, annotazione di eventuali patologie, farmaci o terapie e dei risultati degli esami ematochimici,
  4. analisi antropometrica: misurazione del peso, dell’altezza e delle circonferenze corporee,
  5. valutazione Bioimpedenziometrica: misurazione del metabolismo basale, dell’indice di massa corporea, della massa grassa, della massa magra, dell’acqua intracellulare ed extracellulare (facoltativa).
  6. Valutazione ecografica per Adipometria: corretta misurazione dello spessore adiposo in un singolo punto (facoltativa).

Il secondo appuntamento: inizia la guida nel percorso nutrizionale

Illustrazione e spiegazione del Piano Nutrizionale Personalizzato redatto in base ai dati raccolti in prima visita, si fissano gli appuntamenti di controllo, utili per verificare l’andamento della dieta personalizzata e per garantire una maggiore aderenza al piano e il successo del percorso. Da questo momento la Dottoressa può essere anche più volte contattata se il paziente vuole ulteriori chiarimenti o leggere variazioni del Piano.

VISITA DI CONTROLLO

Nelle visita di controllo si prenderanno informazioni circa l’andamento del piano alimentare: si esegue una nuova analisi antropometrica (misurazione del peso, circonferenze corporee), si esegue un nuovo esame bioimpedenziometrico con relativo referto e spiegazione, se necessario si apportano modifiche al Piano Nutrizionale.
Nella visita di controllo riceverai il referto antropometrico comparato al primo esame effettuato e il referto bioimpedenziometrico comparato al primo esame effettuato. Durante la visita di controllo ci saranno sempre riferimenti all’educazione alimentare (cosa, come, quanto e quando alimentarti).
Il primo controllo viene fissato dopo due settimane dalla consegna del Piano Nutrizionale, quelli successivi si concordano insieme in base a come procede l’applicazione del piano e alle esigenze personali.